Optimas aiuta LEVC a sviluppare il taxi del futuro

Published On: Agosto 20th, 2018
GLENVIEW, IL - Quando si reinventa un'icona automobilistica, i produttori sono tenuti a preservare l'etica del modello originale, allineando il concetto con la tecnologia moderna. Un equilibrio difficile da raggiungere, ma che sembra essere stato raggiunto da LEVC (London EV Company) e dal suo nuovo TX, il taxi elettrico avanzato. Per raggiungere i livelli di prestazioni ed efficienza richiesti dai veicoli moderni, il TX rappresenta una riprogettazione completa rispetto ai suoi predecessori. Per consentire questo nuovo approccio, LEVC ha richiesto il coinvolgimento della catena di fornitura automobilistica e degli esperti di dispositivi di fissaggio, Optimas Solutions.

Il nuovo TX unisce un'estetica riconoscibile a soluzioni davvero moderne. Un pacco batteria di grandi dimensioni e un motore elettrico forniscono una gamma EV pura di oltre 70 miglia - mentre l'estensione della gamma benzina, un generatore portatile per la batteria, copre una gamma totale del veicolo fino a 377 miglia. Il taxi elettrico soddisferà le restrizioni sempre più rigorose sul livello di emissioni a Londra e nelle città di tutta Europa.

Per il comfort dei passeggeri, il nuovo TX presenta una configurazione a sei posti e una posizione della sedia a rotelle rivolta in avanti, abbinata a un tetto panoramico in vetro per migliorare l'ambiente interno. WIFI di bordo e porte di ricarica per laptop e USB sono disponibili di serie. La facilità di accessibilità si ottiene tramite l'utilizzo delle porte del carrello. Inoltre, il nuovo TX ha un corpo completamente in alluminio per risparmiare peso e migliorare l'autonomia, offrendo al contempo un veicolo estremamente sicuro.

Tuttavia, riprogettare un'icona da zero richiede un pensiero coerente dai componenti più piccoli verso l'alto, come spiega Ian Carvell, direttore tecnico europeo di Optimas: “Specificare elementi di fissaggio e bulloni adeguati per realizzare un veicolo pionieristico minimizzando i costi per il produttore è una multa equilibrio. Ecco perché in Optimas ci siamo coinvolti dalla fase iniziale di progettazione del nuovo progetto TX, in modo da poter iniziare a razionalizzare le opzioni dei componenti dalle prime build preliminari. Con questa metodologia, potremmo lavorare insieme a LEVC per affrontare le sfide ingegneristiche associate a una nuova piattaforma di veicoli ".

Optimas è specializzata nella collaborazione con i produttori per raccomandare, specificare e standardizzare le parti che l'azienda fornisce per la produzione di un particolare veicolo. L'obiettivo principale nella maggior parte dei casi è sviluppare un approccio efficiente per quanto riguarda le specifiche dei componenti, offrendo soluzioni che sono già disponibili o che possono essere facilmente adattate dal portafoglio Optimas per un'applicazione del veicolo. Ciò serve a ridurre i tempi di consegna delle parti, che è della massima importanza nella fase di ricerca e sviluppo di un veicolo.

Daniel Pereira, Responsabile tecnico del Regno Unito presso Optimas e uno dei principali sostenitori del progetto, spiega: “Ciò che stiamo cercando di ottenere è una maggiore semplicità della catena di fornitura offrendo parti alternative adeguate che possono essere consegnate a scadenze strette. Ad esempio, uno dei primi ostacoli per questo progetto è stato quello di garantire che i prototipi di verifica fossero pronti per i test invernali e la stagione degli shakedown. La mancanza di questa finestra ritarderebbe il progetto di un anno, il che è inaccettabile per LEVC e i suoi investitori. Pertanto, abbiamo utilizzato parti affidabili e disponibili gratuitamente o alternative progettate in assenza di scorte per garantire che LEVC potesse aderire al suo programma di collaudo. "

La velocità di risposta ai requisiti dei componenti è stata resa possibile dai rappresentanti di Optimas presenti nel nuovo impianto di produzione all'avanguardia LEVC sin dal primo giorno. Collaborando con LEVC sin dall'inizio del progetto, Optimas è stata in grado di fornire soluzioni progettuali precise per una vasta gamma di applicazioni complesse. La familiarità con le esigenze del progetto ha consentito a Optimas di utilizzare la propria esperienza per affrontare sfide specifiche, un approccio di cui l'azienda è orgogliosa. Inoltre, la rapidità di risposta di Optimas ha comportato il rispetto del programma di ricerca e sviluppo per il nuovo TX, rassicurando gli investitori e garantendo a LEVC più tempo per affrontare ulteriori richieste di progetto.

“Abbiamo tenuto settimanalmente 'Fastener Clinics' presso tre diverse consulenze di progettazione (Ricardo, Envisage ed Emerald), in modo da poter tenere il passo con le mutevoli esigenze di LEVC durante il processo di ricerca e sviluppo. Grazie a questo contatto regolare, siamo stati in grado di gestire attivamente e maturare la distinta materiali al fine di fornire parti per varie nuove fasi del prototipo TX a scadenze strette, nonostante il fatto che molte delle sfide dell'applicazione non abbiano rilasciato parti ufficialmente ”, Ian elaborati. "Considerando che il nuovo TX incorpora oltre 2000 singole parti progettate appositamente per il progetto, è stato fondamentale mantenere contatti regolari per garantire la perfetta integrazione con i requisiti dei componenti LEVC."

Daniel aggiunge: “Offrendo soluzioni componenti che erano disponibili gratuitamente, siamo stati in grado di evitare i ritardi causati dall'approvvigionamento di strumenti su misura, dal processo di quotazione o sostenuti attraverso una catena logistica complessa, che tutti servono a minacciare scadenze impegnative. Inoltre, con questo approccio, siamo in grado di trasferire costi ridotti al produttore, in modo che possano utilizzare un budget per ottenere il massimo effetto durante un processo ad alta intensità di capitale. È la dimensione del nostro portafoglio che ci consente di offrire questo approccio versatile, che è stato promosso attraverso la nostra esperienza nella fornitura di parti ai produttori di veicoli di alto volume e premium. "

"La cabina nera di Londra è immediatamente riconoscibile e una parte radicata della cultura automobilistica", riflette Ian, "essere coinvolti in un progetto di tale importanza nazionale è, ovviamente, una grande soddisfazione. Nel corso del nostro coinvolgimento, abbiamo cercato di aiutare LEVC nella creazione di un'icona di trasporto efficiente per il futuro, semplificando la catena di approvvigionamento, offrendo facilità di specifica, affidabilità e un approccio economico ".

Phillip Bracken, direttore degli acquisti presso la London Electric Vehicle Company, ha commentato: “Durante tutta la fase di prototipazione del nuovo TX, Optimas è stato un partner di fissaggio dinamico che ci ha aiutato a raggiungere gli obiettivi applicativi con programmi impegnativi a un prezzo competitivo. Con questa prova di competenza, Optimas è stata la scelta naturale per rafforzare le nostre attività produttive dal punto di vista del fissaggio, quindi siamo lieti di far crescere questa partnership per supportare ulteriormente le nostre attività future. "

Il nuovo TX sarà introdotto sulle strade britanniche nel corso del 2018, con modelli che dovrebbero essere esportati in città in Europa e in Asia. LEVC vanta la capacità di produrre 20.000 unità nel suo nuovo impianto di produzione da 325 milioni di sterline. Con l'aiuto di Optimas, il nuovo TX manterrà l'etica di uno dei veicoli più riconoscibili sulle strade di oggi, o per lo meno, ci farà risparmiare una lunga passeggiata.

Salvaguardia dei clienti: DPI dalla divisione componenti di Optimas
Soluzioni Optimas concesse in licenza per la produzione di sistemi di trasmissione Phillips